Girando su internet per la creazione di questo sito mi sono spesso imbattuta in siti che parlavano di eco bio, saltane uno, saltane due alla fine mi sono incuriosita così tanto che ho iniziato a leggere, documentarmi e inorridire per bene !!!!!

COSMETICI O VELENI ?

Come qualsiasi donna uso creme con la speranza di trovare finalmente un prodotto prodigioso che mi consegni l’elisir dell’eterna giovinezza, ma in questa ricerca spesso mi sarò imbattuta in cosmetici tutt’altro che prodigiosi.
occhiMolte creme in commercio hanno tra gli ingredienti l’acqua, fin qui tutto bene, ma bisogna sapere che qualsiasi cosa la contenga ha bisogno di conservanti e tra quelli più usati in cosmesi annoveriamo il PARABENE, che di bene non ha niente!!! Su molti blog italiani e non si leggono discussioni sulla sua natura, ma dall’idea che mi sono fatta io non è assolutamente un ingrediente benigno. L’oncologa Philipa Darbre (Reading University, UK) nel 2004 svolse una ricerca analizzando campioni di tessuto cancerogeno mammario, indovinate cosa ha trovato in tutti e 20 i campioni?? Parabeni!!!! Infatti l’assorbimento cutaneo trasforma le molecole in forma cancerogena attiva! Questo ingrediente può rimanere insediato per anni e magari iniziare a essere attivo a distanza  di decenni, ma procrastinare il problema non serve a molto, quindi personalmente ho deciso di eliminare qualsiasi prodotto lo contenga. La chiave per eliminarlo o almeno scremare la scelta eliminandolo del nostro quotidiano consiste nel saper leggere l’INCI. Tutto ciò che contiene le diciture:
1. Metyl
2. Ethyl
3. Butyl
4. Propyl-paraben
Sono prodotti che usano questo conservante. A voi la scelta.
Altro ingrediente assolutamente non benevolo nei confronti della nostra pelle e dei nostri capelli è il SILICONE, un polimero inorganico che le case cosmetiche adorano per le sue caratteristiche, infatti vanta il fatto di essere idrorepellente, setoso…. ma, e qui cade tutto, è solo un effetto momentaneo, è vero ha queste proprietà, ma l’uso prolungato nel tempo ha gravi effetti collaterali. Sui capelli ha effetti devastanti soprattutto perché indebolisce le punte e man mano tutta la lunghezza; sulla pelle alla lunga la soffoca e in più si accumula nei pori ostruendoli (=brufoli e impurità), è come se metteste della pellicola per cucina sulla pelle. Anche qui il trucco per evitare di applicarla su capelli e pelle è l’INCI, quindi leggete bene ed evitate prodotti contenenti:
1. Dimethicone
2. Cyclometicone
3. Amodimeticone
4.Cyclopentasiloxane
5. Tutto ciò che finisce con -one; -siloxane; -silanol.
Parliamo ora della paraffina liquida, leggendo sembrerebbe essere una cosuccia da poco, di fondo è solo un semplice derivato del petrolio…. Tutto normale, no? A mio parere non è una di quelle sostanze indicate per la pelle, soprattutto perché è inserita in una miriade di creme idratanti, corpo e non. Ma non solo, leggendo qui e li sembrerebbe che  anche  questo ingrediente occluda i pori e quindi responsabile nella comparsa di brufoli, punti neri e acne (soprattutto in chi ha già una buona predisposizione). Le caratteristiche principali della paraffina liquida è che lascia una sensazione di morbidezza e di setosità che però parrebbero essere solo ed esclusivamente momentanee. Anche qui invito a leggere l’INCI che riporta la dicitura:
1. Paraffinum Liquidum
2. Mineral Oil
In conclusione ciò che più mi colpisce è che ingredienti derivanti dal petrolio o sintetici, deliberatamente constatati dannosi, vengano utilizzati nella cosmesi di massa; e il fatto è che nonostante sia una scelta tra mille prodotti solo una bassissima percentuale non ne contiene. Ancora, ciò che mi fa pensare è: e le creme che utilizziamo sui bambini? Ok, forse per me è un po’ affrettato, ma le mamme e neo mamme che comprano creme (anche molto costose) per idratare e proteggere al meglio i propri bambini, non li stanno forse esponendo a dei rischi maggiori?