L’eye-liner, si sa, esercita da sempre un grandissimo fascino sulla donna, rivoluziona totalmente lo sguardo e la forma dell’occhio. Ma se da una parte è eccezionale, dall’altra è un po’ complicato metterlo.

Ma vediamo prima nel dettaglio gli errori più comuni, che tutti tendiamo a fare:

  1. Non tirate la pelle da nessuna parte; giù, su, tanto non serve a nulla! Vi rimarrebbero delle piegoline su cui dovrete ripassare e in secondo luogo è ingannevole perché finché la pelle è tirata vi sembrerà una bella “codina“, ma appena la rilascerete rimarrà giusto solo una vaga percezione di ciò che c’era.
  2. Evitate di tirare su il sopracciglio a mo’ di sorpresa, il motivo è identico al primo punto, con la differenza che in questo caso, l’unico modo per far riapparire la codina come l’avevate disegnata dovreste rimanere con quell’espressione di stupore per tutto il tempo… E la paresi facciale non è comoda 😀

 

Ora passiamo alla vera teoria!! Queste sono le regole base per qualsiasi tipo di forma abbiate:

  1. Chiaramente, se prima era sconsigliato manipolare in qualsiasi modo l’occhio, è chiaro che ora dovremmo soffermarci su che posizione sia giusto tenere di fronte allo specchio: con la testa ben dritta tenete semplicemente l’occhio aperto, noterete che c’è una normale piega della pelle tra la palpebra inferiore e quella superiore (nell’angolo esterno). Questo lo dovrete mentalmente fissare come limite, ossia: da quel punto in su non deve passare il colore altrimenti rischierete di stamparvi l’eye-liner sulla parte speculare.
  2. Chiaramente il “limite” di prima riguarda lo spessore della linea, per la codina è sufficiente farla partire dall’angolo esterno dell’occhio e inclinare il pennello a seconda del taglio che vorrete dare: sarà un po’ più lunga e inclinata se volete ad esempio il “Cat Eye”.
  3. Sulla parte centrale dell’occhio la linea deve via via essere più sottile, fino a rimanere impercettibile nell’angolo interno. Questo effetto serve per ingrandire e tirare su l’angolo esterno. (A questo punto alzare il sopracciglio può aiutare perché aiuta a stendere meglio la linea e a riempire gli spazi vuoti tra le ciglia).

In generale queste sono delle linee guida, un po’ dei passe-partout, per una stesura corretta; ovviamente ogni occhio ha la sua particolarità e la sua forma, che deve essere valorizzata, anche se questo significa che ogni occhio ha più affinità con alcuni effetti piuttosto che con altri. (Per andare all’articolo clicca qui) Un esempio calzante può essere la linea di Cleopatra, che non ha lo stesso effetto se è stesa su un occhio che ha l’angolo interno tendente verso il basso.

 

Bene ragazze! Questo è tutto, spero che vi sia stato utile!

Voi come vi mettete l’eye-liner? Fatemelo sapere in un commento

Alla prossima

Alice